Mobilità sostenibile e il commercio regionale - Regione alpina

Čadrg Eco Village: agricoltura sostenibile (SL)

Green Mobility Alto Adige (IT)

Alpine Pearls – turismo in mobilità dolce (AT)

PUMAS: mobilità sostenibile (EU)

Destinazione natura: collegamenti sostenibili per la natura (CH)

Pur Südtirol – Commercio regionale (IT)

Piano Regionale Del Turismo 2014-2018, Friuli Venezia Giulia (IT)

EnergyViLLab – MOBITO – Living Lab in Tolmin (SL)

MOSAIC – Associazione per l'integrazione sociale (SL)

Oberstaufen PLUS (DE)

Audioguida sui cambiamenti climatici nelle Alpi nel comune di Grainau (DE)

Mo2 Montagne & Mobilité (FR)

AlpInfoNet – Rete d'informazione sulla mobilità sostenibile nello spazio alpino (DE)

e-GAP – Comune modello per la mobilità elettrica Garmisch-Partenkirchen (DE)

eE-Tour Allgäu – Mobilità elettrica nel turismo (DE)


 

Čadrg Eco Village: agricoltura sostenibile

Čadrg è un piccolo villaggio alpino nella zona montana del comune di Tolmin, situato a quasi 700 metri sul livello del mare ai confini del parco nazionale del Triglav. Il paese conta meno di 30 abitanti che vivono soprattutto della gestione delle cinque aziende agricole locali. Dal 1999 quattro delle cinque aziende si sono impegnate a rispettare i requisiti di un'agricoltura sostenibile, ponendo quindi le basi per il riconoscimento come "villaggio sostenibile" (Čadrg Eco Village).

La trasformazione da aziende agricole convenzionali a ecologiche non è stata particolarmente complessa per i gestori, poiché l'allevamento del bestiame e la produzione di formaggio praticati nel villaggio si basano su antiche tradizioni e sono comunque caratterizzati da un approccio responsabile verso la natura. Gli unici provvedimenti di una certa rilevanza finalizzati all'adempimento dei requisiti di un'agricoltura sostenibile hanno riguardato la ristrutturazione delle stalle secondo gli standard vigenti.

Grazie al passaggio a un'agricoltura ecologica si è potuto porre un freno all'emigrazione della popolazione più giovane e rafforzare il senso d'identità della regione. Inoltre con la nota specialità casearia della regione si è ottenuto un prodotto sostenibile e trasparente, simbolo di una regione sostenibile.

Maggiori informazioni sul progetto Čadrg Eco Village su: LINK.

Contatto

Nome: Miro Kristan

Istituzione: Posoški Razvojni Center (Soča Valley Development Centre)

Indirizzo: Trg svobode 2, 5222 Kobarid, Slovenia

Tel.: +38653841500

E-mail: info@prc.si


 

Green Mobility Alto Adige

L'Alto Adige intende diventare una regione modello per la mobilità alpina sostenibile poiché la natura è la principale ricchezza della zona; tuttavia il problema principale è il traffico. L'enorme flusso di automobili, soprattutto in alta stagione, distrugge la natura, ovvero il capitale dell'Alto Adige. Proprio da questa considerazione è scaturita l'idea delprogetto Green Mobility che mira a ridurre il traffico, ad estendere la rete dei mezzi di trasporto pubblico, a semplificare i sistemi di emissione dei biglietti e ad incrementare la mobilità elettrica e in bicicletta.

Grazie ai collegamenti diretti con le aree sciistiche, ad esempio con lo Ski Express Val Pusteria, si può ridurre sensibilmente il traffico legato allo sci. Inoltre, tramite l'acquisto di un biglietto unico si garantisce l'uso dei mezzi pubblici. Questi due approcci rendono i servizi più agevoli e aumentano il comfort per i turisti. Questo progetto mostra chiaramente quanto una buona pianificazione dei trasporti possa influire sulla mobilità sostenibile. Se possono disporre di un buon servizio di trasporto pubblico sul posto, i turisti preferiscono lasciare a casa l'auto privata poiché non ne hanno bisogno per spostarsi.

Maggiori informazioni sul progetto Green Mobility Alto Adige su: LINK

Contatto:

Nome: Harald Reiterer

Istituzione: S.T.A. Strutture Trasporto Alto Adige S.p.A.

Indirizzo: Via dei Conciapelli 60, 39100 Bolzano, Italia

Tel.: +39 0471 312 888

E-mail: greenmobility@sta.bz.it


 

Alpine Pearls – turismo in mobilità dolce

Le 25 località turistiche appartenenti alla rete di cooperazione delle "Alpine Pearls" si propongono di offrire ai turisti una vacanza ecologica, responsabile e senza stress. La rete si concentra sulla cosiddetta "mobilità dolce", che pone in primo piano offerte ecocompatibili per il tempo libero, località al riparo dal traffico e servizi di navetta per garantire la mobilità. Grazie alle numerose iniziative attuate nelle località della rete, viene scoraggiato l'uso dell'auto privata per recarsi e muoversi in vacanza. 

Ad esempio viene offerta ai turisti la possibilità di raggiungere la propria destinazione senza auto, di utilizzare i mezzi di trasporto pubblico all'interno delle località e di usufruire di offerte per il tempo libero rispettose del clima.

Maggiori informazioni sulle Alpine Pearls su: LINK.

Contatto

Nome: Karmen Mentil

Istituzione: ÖAR (Österreichische Arbeitsgemeinschaft für Eigenständige Regionalentwicklung - gruppo di lavoro austriaco per lo sviluppo regionale autonomo)

Indirizzo: Weng 42, 5453 Werfenweng, Austria

Tel.: +43 6466 20020

E-Mail: info@alpine-pearls.com


 

PUMAS: mobilità sostenibile

L'iniziativa PUMAS (Planning Sustainable Regional-Urban Mobilty in the Alpine Space) mira a rafforzare la mobilità sostenibile anche nella regione alpina. Il progetto, inizialmente promosso dal Programma Spazio alpino, comprende partner di Italia, Francia, Germania, Austria e Slovenia.

Nell'ambito dell'iniziativa sono state innanzitutto identificate e analizzate le sfide che una mobilità sostenibile deve affrontare nello spazio alpino, tra cui i trasporti stagionali, i sistemi di trasporto transfrontaliero e le specificità geografiche della regione. Per affrontare queste sfide si è fatto ricorso a un approccio olistico, poiché la mobilità riguarda soprattutto le esigenze sociali delle persone, e quindi non si è adottata una pianificazione puramente tecnica. Lo sviluppo di un piano di mobilità regionale e urbana sostenibile (SUMP) costituisce l'obiettivo di PUMAS nelle città alpine partecipanti.

Maggiori informazioni su PUMAS su: LINK

Contatto

Nome: Giuseppe Mella

Istituzione: Città di Venezia, politiche europee

Indirizzo: San Polo 1098, 30125 Venezia, Italia

Tel.: +39 041 274 7825

E-Mail: giuseppe.mella@comune.venezia.it


 

Destinazione natura: collegamenti sostenibili per la natura

Dalla primavera 2016, la Rete dei parchi svizzeri, l’Associazione traffico e ambiente, l’associazione per la protezione degli uccelli, le Ferrovie retiche e AutoPostale Grigioni s’impegnano a favore del programma Destinazione Natura per una mobilità dolce e un turismo sostenibile. La cooperazione ha lo scopo di trasferire il trasporto di persone nei parchi del Canton Grigioni sui mezzi pubblici. Per raggiungere tale obiettivo, sono state sviluppate diverse offerte a prezzi interessanti. Tramite questa iniziativa i turisti vengono incentivati a lasciare a casa l'auto e a dedicarsi a viaggi responsabili e sostenibili. Soluzioni di mobilità flessibili, studiate su misura per le località, come l'ormai noto GraubündenPASS, l'Alpentaxi e il BusAlpin, stimolano all'uso dei trasporti pubblici.

Maggiori informazioni su Destinazione Natura su: www.fahrtziel-natur.ch/it/


 

Pur Südtirol – Commercio regionale

Il sito Pur Südtirol offre esclusivamente prodotti di contadini, cantine, vignaioli indipendenti e distillerie dell'Alto Adige che soddisfano gli elevati requisiti di qualità e sostenibilità imposti dai promotori. Gli stabilimenti di produzione, la coltivazione e la lavorazione dei prodotti all'interno delle aziende presenti sul sito sono sottoposti a rigorosi controlli di qualità. I prodotti vengono venduti online e in negozi selezionati a prezzi equi per i contadini e le aziende.

Maggiori informazioni su Pur Südtirol su: www.pursuedtirol.com/it/


 

Piano Regionale Del Turismo 2014-2018, Friuli Venezia Giulia

Il Piano del Turismo 2014-2018 della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia è il documento di pianificazione strategica per l’intero territorio e per il complessivo settore turistico della Regione. Il Piano unisce i settori turismo, agricoltura, alimentazione, cultura, trasporti e industria, al fine di creare una meta turistica sostenibile in grado di offrire un turismo ad alto valore aggiunto.

Obiettivo del Piano è sviluppare insieme agli operatori turistici della Regione una meta turistica attraente, trasformando la regione in un sistema turistico integrato. Il modello turistico si articola in tre concetti chiave: competitività, attrattività e sostenibilità. La creazione di un'economia turistica dinamica e performante consentirà di rilanciare le aziende regionali e consolidare la forza economica della regione.

Gli operatori locali usufruiscono di offerte di servizi e dei fondi europei. Maggiori informazioni sul Piano Regionale del turismo 2014-2018 della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia su: www.regione.fvg.it/

Contatto

Nome: Roberto Finardi

Istituzione: Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia

Indirizzo: Piazza Unità d'Italia 1, 34121 Trieste, Italia

Tel. +39 040 3771111

E-mail: pianoturismo@regione.fvg.it


 

EnergyViLLab – MOBITO – Living Lab in Tolmin

Il progetto EnergyViLLab, nato da una cooperazione tra l'Italia e la Slovenia, si pone l’obiettivo di rendere l’area transfrontaliera un luogo di buone pratiche legate all’uso di energie da fonti rinnovabili, risparmio energetico e forme di mobilità sostenibile. Fa parte di questo progetto la città di Tolmin che, per la forte intensità del traffico e la carenza di parcheggi per i residenti e i pendolari, si trova di fronte a importanti sfide infrastrutturali. Poiché l'attuale offerta di mezzi di trasporto pubblico è insufficiente, MOBITO Living Lab indaga sull'uso dei trasporti pubblici per brevi distanze e sulla scelta dei mezzi di trasporto per gli spostamenti di lavoro, al fine di individuare alternative efficienti dal punto di vista energetico. Un ulteriore obiettivo consiste in una netta riduzione della circolazione di auto private all'interno della città, offrendo ad esempio l'alternativa economica ed ecologica della bicicletta. MOBITO Living Lab coinvolge numerosi stakeholder, dagli enti pubblici e l'imprese ai cittadini di Tolmin, nell'intento di ottenere un'accettazione a lungo termine del progetto.

Maggiori informazioni su EnergyViLLab e MOBITO – Living Lab in Tolmin su: www.energyvillab.net/


 

MOSAIC – Associazione per l'integrazione sociale

L'Associazione MOSAIC coniuga le questioni della responsabilità sociale con aspetti della protezione del clima e dell'ambiente, contribuendo così a dare vita a una società sostenibile. Nel 2006 l'Associazione MOSAIC ha rilevato il comune di Šalovci, un villaggio contadino in stato di abbandono, per ricostruirlo. Sin dall'inizio l'obiettivo è stato quello di coinvolgere gruppi sociali svantaggiati, come ad esempio le persone con disabilità, per consentirne l'inserimento produttivo nella società. Attualmente sono impiegati 17 collaboratori che hanno ricevuto un'apposita formazione riguardo alle coltivazioni bio e alla lavorazione degli alimentari. Tra gli effetti positivi del progetto si annoverano la riduzione delle emissioni di gas serra grazie alla coltivazione di prodotti bio, l'approvvigionamento di cibi regionali, la creazione di posti di lavoro e la partecipazione di gruppi socialmente svantaggiati.

Maggiori informazioni sulle attività dell'Associazione per l'integrazione sociale MOSAIC su: http://mozaik-drustvo.si/

Contatto

Nome: Alojz Kavaš

Istituzione: Associazione per l'integrazione sociale MOSAIC

Indirizzo: Łalovci 86, 9204 Šalovci

Tel. +3865 99 32 694

E-mail: alojz.kavas@gmail.com, zavod.korenika@gmail.com


 

Oberstaufen PLUS

Oberstaufen, una località dell'Allgäu dedita al wellness, nel 2009 è stata insignita del premio tedesco per le innovazioni in campo turistico per l'iniziativa "Oberstaufen PLUS", che prevede una carta con la quale gli ospiti degli hotel partecipanti sono esonerati dalle spese tradizionalmente sostenute in località turistiche analoghe. Il turista che soggiorna in uno degli oltre 300 hotel partecipanti riceve una carta Oberstaufen PLUS che gli dà ad esempio l'accesso gratuito alle funivie, a musei e offerte ricreative, alla pista per slittini su rotaia, a una piscina e al bus locale e ad altri servizi. La carta è valida sia d'inverno che d'estate ed è adeguata alle offerte stagionali (skipass, golf, ecc.).

I costi della carta Oberstaufen PLUS sono a carico degli alberghi partecipanti secondo il sistema della ripartizione. L'iniziativa Oberstaufen PLUS presenta vantaggi per tutti gli interessati: argomenti di marketing per gli hotel, maggior comfort per gli ospiti, distribuzioni fisse e calcolabili ai fornitori dei servizi, oltre a un maggior utilizzo dei mezzi di trasporto pubblico, con una conseguente riduzione delle emissioni di CO2.

Maggiori informazioni sulla carta Oberstaufen PLUS su: www.oberstaufen.de/

Contatto

Istituzione: Oberstaufen Tourismus Marketing GmbH

Indirizzo: Hugo-von-Königsegg-Str. 8, 87534 Oberstaufen, Germania

Tel. +49 8386 93000

E-mail: info@oberstaufen.de


 

Audioguida sui cambiamenti climatici nelle Alpi nel comune di Grainau

Ai piedi della Zugspitze, la montagna più alta della Germania, è situato il comune di Grainau, dove a fronte di una popolazione di circa 3550 persone sono disponibili circa 4000 posti letto. La località termale riconosciuta dallo Stato tedesco ha allestito un percorso avventura che offre a visitatori e abitanti utili informazioni sui temi dei cambiamenti climatici e delle risorse idriche nella regione. Lungo un sentiero con nove stazioni, è possibile osservare da vicino le conseguenze dei cambiamenti climatici e, tramite una app gratuita per smartphone, ottenere spiegazioni supplementari audio e video. Con questa iniziativa si richiama quindi l'attenzione delle persone sugli effetti dei cambiamenti climatici in modo chiaro.

Maggiori informazioni sull'audioguida sui cambiamenti climatici di Grainau su: www.klimawandel-grainau.de/

Contatto

Istituzione: Comune di Grainau, Tourist-Information

Indirizzo: Parkweg 8, 82491 Grainau, Germania

Tel. +49 8821 981850

E-mail: info@grainau.de


 

Mo2 Montagne & Mobilité

Mo2 – Montagne & Mobilité è un programma di promozione di progetti e imprese che affrontano le problematiche della mobilità e del miglioramento della qualità dell'aria nelle aree montane. L'iniziativa si pone l'obiettivo di sperimentare con idee nuove e di trovare soluzioni sostenibili, rivolgendosi a tutti gli abitanti delle Alpi, non solo francesi. Nel 2016, l'iniziativa si concentra sulla regione alpina francese dei Pays de Savoie che inoltre per 18 mesi fungerà da luogo di sperimentazione dei programmi vincitori. I finalisti selezionati a maggio 2016 sono:

  1. Agence Eco Mobilité (Chambéry): ciclotaxi con una serie di applicazioni innovative per una gestione agevole nella città di Chambéry
  2. Atawey (Technolac): stazione di rifornimento multimodale per veicoli elettrici e biciclette a idrogeno
  3. Centrale Hippomobile (Pays de Savoie): piattaforma di trasporto con uno shuttle a cavallo
  4. Chamoove (Chamonix): app digitale per la rapida e semplice individuazione dei mezzi di trasporto pubblico
  5. Ecov (Paris): app digitale per individuare le opportunità di car sharing

Maggiori informazioni su Mo2 su: http://projetmo2.com/en/


 

AlpInfoNet – Rete d'informazione sulla mobilità sostenibile nello spazio alpino

Nell'ambito del programma Spazio alpino, l'Unione Europea ha promosso il progetto AlpInfoNet 2007-2013. La carenza nel territorio alpino di sistemi d'informazione unitari, in cui sia i turisti che gli abitanti possano cercare opportunità di mobilità anche transfrontaliere è stata la molla che ha fatto scattare l'idea del progetto. La creazione di una rete d'informazione sulla mobilità sostenibile nello spazio alpino è stata il mezzo per affrontare questa carenza. Promuovere la flessibilità dei viaggiatori consente di ridurre le emissioni di gas di scarico dei mezzi privati, nocive per l'ambiente della regione alpina. Per farlo non si è aperta una nuova piattaforma, ma sono stati migliorati e collegati tra loro i sistemi già esistenti nei settori del turismo e dei trasporti.

I partner del progetto (Austria, Germania, Italia, Francia e Slovenia), con il sostegno della Convenzione delle Alpi, hanno cercato insieme soluzioni per una rete alpina con informazioni su offerte di mobilità sostenibili a livello transfrontaliero. Lo strumento d'informazione online è stato testato durante la realizzazione del progetto in cinque regioni pilota delle Alpi che soddisfano il requisito supplementare di "regione di confine". Al termine, sono state pubblicate due raccomandazioni che riprendono i risultati ottenuti nelle regioni pilota indicando le modalità per un'efficace attuazione di una rete d'informazione alpina sulla mobilità. Da un lato è stata proposta la realizzazione di un server per i metadati AlpInfoNet che funga da interfaccia tra il turismo e i trasporti e colleghi tra loro i sistemi d'informazione già esistenti sulla mobilità e il turismo e, dall'altro, per garantire l'implementazione e lo sviluppo del server è stata proposta la costituzione di un'associazione AlpInfoNet.

Maggiori informazioni su AlpInfoNet sono disponibili: http://www.alpinfonet.eu/

Contatto

Nome: Harry Seybert (AlpInfoNet Project Manager / Leadpartner)

Istituzione: Bayerisches Staatsministerium des Innern, für Bau und Verkehr (Ministero baverese dell'Interno, sezione edilizia e trasporti)

Indirizzo: Lazarettstraße 67, 80636 München, Germania

Tel. +49 89 2192 3814

E-mail: harry.seybert@stmi.bayern.de


 

e-GAP – Comune modello per la mobilità elettrica Garmisch-Partenkirchen

Il progetto "e-GAP – Comune modello per la mobilità elettrica Garmisch-Partenkirchen" è nato nel quadro della strategia bavarese a favore della mobilità elettrica. Nel 2010 Garmisch-Partenkirchen è stato eletto comune modello per la mobilità elettrica in Baviera e da allora il progetto viene promosso dal Ministero per l'economia della Baviera e sostenuto da altri partner dei settori dell'economia e della ricerca. La regione alpina, molto attraente per i turisti, mira a rivestire un ruolo di esempio per l'affermazione della mobilità elettrica a livello comunale, incentivando altri comuni a promuovere la mobilità elettrica.

Nella prima fase del progetto, in questa regione con una vocazione turistica e rurale, è stata creata una rete che offre a imprese, istituti di ricerca e altri organi decisionali una piattaforma volta a ideare progetti di ricerca adatti alla situazione locale. Tra questi e-GAP è un programma a sé stante che coordina un totale di dieci progetti multipartner. Attualmente è in corso nella regione modello una verifica della funzionalità, utilità e integrazione nel contesto turistico-rurale di varie offerte di mobilità (elettrica). Le principali finalità dei progetti di ricerca sono le seguenti:

  • diffusione di offerte di mobilità elettrica per raggiungere un pubblico più vasto (ad esempio noleggi a breve termine, prestito di veicoli elettrici a turisti);
  • sviluppo di smart grid (reti elettriche intelligenti) volte a gestire il sovraccarico della rete generato dalla diffusione della mobilità elettrica;
  • utilizzo di energie rinnovabili per la ricarica dei veicoli elettrici (ad esempio impiego degli impianti fotovoltaici già esistenti per l'alimentazione delle stazioni di ricarica);
  • sviluppo di un'infrastruttura di ricarica innovativa ed esente da barriere;
  • sviluppo orientato all'utente di servizi di mobilità ecologici, quali il treno o il car sharing, e relativa messa in rete per poter offrire alternative all'auto privata;
  • creazione di un'offerta di mobilità complessiva e sostenibile per la regione modello.

Maggiori informazioni su e-GAP sono disponibili qui:  http://www.e-gap.de/

Contatto

Nome: Dr. Christoph Ebert (amministratore)

Istituzione: Kompetenzzentrum Sport Gesundheit Technologie GmbH (Konsortialführer) (centro di competenza per lo sport, la salute e la tecnologia, capoconsorzio)

Indirizzo: Hindenburgstraße 14, 82467 Garmisch-Partenkirchen, Germania

Tel. +49 8821 943 03 15

E-mail: c.ebert@sport-gesundheit-technologie.de


 

eE-Tour Allgäu – Mobilità elettrica nel turismo

Il Ministero federale tedesco per l'economia e la tecnologia ha finanziato dal 2009 al 2011 eE-Tour Allgäu, un progetto pilota nell'ambito del quale dieci partner operanti nei settori dell'economia e della ricerca hanno studiato le opportunità che la mobilità elettrica offre a una regione turistica. Una flotta composta da oltre 50 veicoli elettrici (auto e biciclette) è stata messa a disposizione di turisti e residenti, che potevano noleggiarli presso gli hotel partecipanti, l'azienda di soggiorno o le società di car sharing. Nel quadro del progetto è stato ideato un portale web sul quale si può visionare la disponibilità e il livello di carica dei mezzi e scegliere il veicolo più adatto. Anche l'infrastruttura di ricarica della regione è stata ampliata per fornire una rete completa nelle vicinanze delle attrazioni e delle mete turistiche. Per i veicoli della flotta è stato sviluppato un sistema computerizzato che cercava il percorso più efficiente per l'auto e indicava la distanza dalla più vicina stazione di ricarica. L'elettricità per le stazioni viene prodotta da energie rinnovabili e ha reso il progetto ancora più sostenibile.

I risultati della ricerca effettuata nell'ambito del progetto pilota eE-Tour Allgäu dal 2012 vengono sviluppati nel progetto di ricerca econnect Germany. Nel consorzio di ricerca, anch'esso promosso dal Ministero federale tedesco per l'economia e la tecnologia, si sono riunite sette aziende municipalizzate tedesche che intendono sfruttare le opportunità offerte dalla mobilità elettrica.

Maggiori informazioni sul progetto pilota eE-Tour Allgäu su: http://www.ee-tour.de/

Contatto

Istituzione: econnect eE-Tour Allgäu

Indirizzo: Illerstraße 18, 87435 Kempten, Germania

Tel. +49 831 2521 0

E-mail: info@econnect-allgaeu.de