Esempi pratici per alberghi e ristoranti

La rubrica Esempi pratici illustra varie misure efficaci, adottate da alberghi, ristoranti, amministrazioni cittadine e comuni che desiderano condividere le proprie esperienze.

Cyprianerhof Dolomit Resort (IT)

Drumlerhof (IT)

Schlosshotel Thannegg

Hotel & Spa des Gorges du Verdon

Hotel Berwanger Hof

Bio-Hotel Eggensberger (DE)

Berghotel Rehlegg (DE)

Bohinj Park ECO Hotel (SI)

Città di Zagorje (SI)

Comune di Ajdovščina – adattamento ai cambiamenti climatici (SI)

Turismo alpino sostenibile: Tolmin – Città alpina dell'anno 2016 (SI)

Turismo alpino sostenibile: Idrija – Città alpina dell'anno 2011 (SI)

Turismo alpino sostenibile: Lecco Città alpina dell'anno 2013 (IT)

Chamonix Mont-Blanc – Città alpina dell'anno 2015 (FR)

Città lacustre: Annecy Città alpina dell'anno 2012 (FR) 


Cyprianerhof Dolomit Resort

Per Margareth e Martin Damian, albergatori di seconda generazione, la sostenibilità del Cyprianerhof riveste un’importanza fondamentale: già nel 1988 la struttura ha conseguito la certificazione ecologica dell’Alto Adige e da allora ha continuato a migliorare il proprio bilancio ambientale. Per il riscaldamento si è passati a un impianto ecologico a cippato di legno, il sistema di ventilazione è stato integrato con tecnologie per il recupero del calore e nel parcheggio è stata installata una stazione di ricarica per veicoli elettrici. La struttura rientra a buon diritto fra gli “Alpine Pearls Hotels”, sinonimo di attenzione al clima, sostenibilità e mobilità ecologica.

Il Cyprianerhof sorge nel cuore delle Dolomiti, patrimonio mondiale dell’UNESCO, e la sua strategia per la sostenibilità non si basa solo su soluzioni tecnologiche. I gestori si ispirano infatti al principio dell’economia del bene comune, al cui centro si collocano l’attenzione per l’ambiente, l’utilizzo di prodotti regionali e una politica occupazionale equa e solidale. Particolare attenzione viene dedicata all’armonia con la natura circostante e alla collaborazione con i contadini della zona.

Per la realizzazione della guida pratica “Gestione dell’energia negli hotel dell’arco alpino” (2017), adelphi ha seguito il Cyprianerhof nell’introduzione di una gestione sistematica dell’energia. La guida può essere scaricata gratuitamente da questo sito.

Per ulteriori informazioni sulla sostenibilità al Cyprianerhof: http://www.cyprianerhof.com/it/hotel-bio-alto-adige/91-0.html


Drumlerhof

L'hotel escursionistico Drumlerhof è un esempio di good practice che testimonia come si possano tradurre in pratica gli obiettivi dell'iniziativa altoatesina Green Mobility in un albergo. L'hotel si distingue per una gestione etica degli acquisti, una cucina olistica, un approccio parsimonioso ai materiali di consumo e una bioedilizia ecologica. L'impresa è amministrata secondo i principi dell'iniziativa in rete "Economia del bene comune".

Maggiori informazioni sull'Hotel Drumlerhof su: http://www.drumlerhof.com/it/hotel-val-pusteria/1-0.html

Contatto

Nome: Stefan Fauster

Indirizzo: Rathausplatz 6, 39032 Campo Tures, Italia

Tel. +39 0474 678 068

E-mail: info@drumlerhof.com 


Schlosshotel Thannegg

L’Hotel Schloss Thannegg sorge in Stiria in un complesso sotto tutela delle belle arti ed è una delle strutture alberghiere più ecologiche dell’Austria. E’ già stato insignito di numerosi riconoscimenti e certificati ambientali, ma ha anche ottenuto per la terza volta consecutiva il prestigioso HolidayCheck Award. Sembra dunque esservi un chiaro nesso fra l’apprezzamento della clientela e l’impegno della struttura per la sostenibilità, soprattutto in ambito energetico. Secondo Ernst Schrempf, che gestisce l’hotel insieme alla propria famiglia, “chi ha iniziato a occuparsi di efficienza energetica raccogliendo consensi da parte della clientela è indotto a proseguire su questa strada.“*

La sostenibilità porta notevoli benefici anche sul fronte economico: grazie a una tecnologia intelligente  e a una gestione accorta dell’energia, infatti, la spesa energetica dell’hotel è già stata ridotta di due terzi. Secondo Schrempf, il suo fabbisogno energetico si aggira oggi intorno al 30% del consumo medio di un hotel a quattro stelle di dimensioni analoghe. A questo risultato contribuisce ad esempio il recupero di calore dalle acque grigie e dagli impianti di raffrescamento. Il riscaldamento dell’edificio, inoltre, è garantito da una pompa di calore ad acqua di falda alimentata con energia elettrica ecologica di produzione propria. Ulteriori dettagli sulle tecnologie impiegate e sulla sostenibilità nell’hotel Schloss Tannegg sono disponibili all’indirizzo: https://www.schloss-thannegg.at/de/urlaubsschloss/oekohotel.php

*citazione di Ernst Schrempf tratta da http://www.sciam-online.at/japanische-universitaet-studiert-das-erfolgreiche-oeko-tourismus-konzept-des-schlosshotels-thannegg/ 


Hotel & Spa des Gorges du Verdon

Questa struttura a quattro stelle a conduzione famigliare situata nel pittoresco parco naturale del Verdon, nel sud della Francia, è una vera pioniera della sostenibilità. L’hotel è una delle quattordici aziende modello del settore che hanno partecipato al progetto europeo „Nearly Zero Energy Hotels“ (neZEH) per l’ottimizzazione energetica degli edifici, il che gli ha permesso di ridurre considerevolmente il consumo di corrente e gas.  Anche l’area wellness aggiunta di recente è dotata di tecnologie ad alta efficienza energetica. I proprietari Hélène e Jean-Michel Bogliorio si impegnano da oltre 30 anni per la difesa dell’ambiente, sostengono un progetto sociale in un comune limitrofo e sono all’avanguardia in materia di sostenibilità. La loro struttura ha ricevuto vari riconoscimenti fra cui il marchio europeo di certificazione ambientale e il certificato Green Key.

Ulteriori informazioni su: http://www.hotel-des-gorges-du-verdon.fr/ 


Hotel Berwanger Hof

Questo hotel a conduzione famigliare si trova nella regione dell’Allgäu, in Germania, e combina la produzione propria di energia elettrica con l’ottimizzazione dei consumi. Il Berwanger Hof è pressoché indipendente dalla rete elettrica esterna, in quanto la maggior parte dell’elettricità impiegata è prodotta direttamente dal cogeneratore dell’hotel. Il calore ottenuto durante la cogenerazione serve per l’impianto di riscaldamento, l’acqua calda sanitaria, le cucine e la piscina. L’acqua viene  recuperata a sua volta per raffreddare il cogeneratore tramite uno scambiatore di calore, assicurando lo sfruttamento ottimale di tutta l’energia ottenuta.  

Ma non basta: un impianto di ottimizzazione dei consumi distribuisce in modo intelligente l’elettricità disponibile, evitando buona parte dei normali carichi di punta. Grazie a questa distribuzione l’energia autoprodotta riesce in genere a coprire il fabbisogno per tutto l’arco della giornata. Se poi il carico dovesse essere temporaneamente superiore alla disponibilità, è sempre possibile ottenere elettricità dalla rete pubblica. Viceversa, quando vi è energia in eccesso, questa viene immessa nella rete. Una volta alla settimana il Berwanger Hof offre ai propri ospiti la possibilità di vedere da vicino questo sofisticato sistema e di conoscere anche altri aspetti della gestione ambientale dell’hotel.

Per ulteriori informazioni sulla sostenibilità al Berwanger Hof: http://www.berwangerhof.de/wellness-hotel-allgaeu/energie-umwelt.html


Bio-Hotel Eggensberger

Al Bio-Hotel Eggensberger nell'Allgäu la centrale interna produce energia elettrica e riscaldamento dal biogas, ricavato a 40 km di distanza dai rifiuti agricoli e dai resti di cibo. Particolarmente importante per l'Hotel Eggensberger è la trasmissione ai colleghi del settore del know-how acquisito, che permette di estendere la conoscenza all'interno del comparto alberghiero.

Maggiori informazioni sul Bio-Hotel Eggensberger su: http://www.eggensberger.de/

Contatto

Nome: Heike e Andreas Eggensberger

Indirizzo: Enzensbergstraße 5, 87629 Füssen/Hopfen am See, Germania

Tel. +49 8362 91030

E-mail: info@eggensberger.de


Berghotel Rehlegg

Il Berghotel Rehlegg, situato nel Parco nazionale di Berchtesgaden al centro della Riserva della Biosfera di Berchtesgaden, si concentra sul tema della sostenibilità. L'approvvigionamento energetico dell'albergo è quindi molto efficiente e i consumi sono ridotti al minimo. Gli impianti a energia solare posti sul tetto provvedono al riscaldamento dei bagni e di parte dell'acqua calda. Sono stati inoltre installati impianti fotovoltaici e una centrale di cogenerazione. Il passaggio all'illuminazione a LED a risparmio energetico e la fornitura di punti di rifornimento per le auto elettriche e le e-bike sono ulteriori misure eseguite dal Berghotel Rehlegg a favore dell'ambiente. I prodotti alimentari vengono acquistati esclusivamente presso partner e fornitori regionali mentre la carne e il pesce provengono da allevamenti adatti alle specie. L'hotel possiede anche un proprio allevamento di maiali. Nell'agosto 2015 il Berghotel Rehlegg è stato certificato da viabono hotel clima neutrale per le misure di protezione del clima e per la sua gestione degli edifici efficiente dal punto di vista energetico.

Maggiori informazioni sul Berghotel Rehlegg su: http://www.rehlegg.de/

Contatto

Nome: Johannes Lichtmannegger

Indirizzo: Holzengasse 16-18, 83486 Ramsau, Germania

Tel. +49 8657 988 40

E-mail: info@rehlegg.de


Bohinj Park ECO Hotel 

La struttura alberghiera Bohinj Park ECO Hotel ha adottato un orientamento sostenibile, che concilia le esigenze di tutela dell'ambiente con gli interessi economici, tramite interventi sull'approvvigionamento energetico e sulla depurazione dell'acqua. In inverno, il calore viene prodotto con l'energia geotermica che alimenta i riscaldamenti a pavimento. D'estate invece la struttura ricorre a un sofisticato sistema di fornitura di acqua fredda, volto a mantenere temperature gradevoli nell'edificio. L'acqua di falda viene utilizzata innanzitutto per il raffreddamento e poi per gli scarichi sanitari, con un risparmio di costi per l'acqua e l'energia. L'hotel inoltre raffredda l'acqua di scarico ad esempio di docce e lavabi, prima di immetterla nel circuito naturale. Grazie a queste e ad altre misure si ottengono notevoli riduzioni delle emissioni di gas serra che a livello di riscaldamento raggiungono anche il 56% rispetto al gasolio o alla corrente elettrica. In virtù dei successi conseguiti nel campo della sostenibilità, il Bohinj Park ECO Hotel ha ottenuto  numerosi riconoscimenti, tra cui "Slovenia Green" nel 2009 che premia i modelli economici verdi nell'ambito del turismo sloveno e il certificato internazionale "Green Globe" 2010, con il quale vengono insignite le imprese sostenibili del settore turistico.

Maggiori informazioni sul progetto del Bohinj Park ECO Hotel su: www.bohinj-park-hotel.si

Contatto

Istituzione: Bohinj Park ECO Hotel 

Indirizzo:  MPM Engineering doo, Triglav cesta 17, 4264 Bohinjska Bistrica 

Tel. +08 200 4000 

E-mail: www.bohinj-park-hotel.si


Città di Zagorje

La città di Zagorje è sinonimo di responsabilità comunale e spirito d'iniziativa in tempi di cambiamenti climatici e di crescente impatto ambientale. Grazie alla ristrutturazione e alla coibentazione di circa 400 appartamenti e case singole, ha quasi dimezzato il consumo energetico, passato da 2457 MWh a circa 1400 MWh all'anno. Le ulteriori misure a favore dell'efficienza energetica e della promozione di energie rinnovabili comprendono la sostituzione delle vecchie lampadine a incandescenza con nuove lampadine a risparmio energetico o l'installazione di impianti solari negli edifici pubblici. Un regolare monitoraggio e il calcolo del bilancio energetico contribuiscono a garantire trasparenza ai cittadini e rendono misurabili i risultati. La città di Zagorje non è sola nella realizzazione del suo progetto, bensì appartiene a una rete comunale (assemblea dei sindaci) che sviluppa e mette in pratica piani d'azione per un'energia sostenibile. Tra i risultati locali di queste misure si annoverano costi energetici più bassi, un miglioramento della qualità dell'aria e la creazione di posti di lavoro nel "settore verde".

Maggiori informazioni sulla città di Zagorje su: http://www.se-f.si

Contatto

Istituzione: Municipio di Zagorje ob Savi

Indirizzo: Cesta 9 August 5, 1410 Zagorje ob Savi

Tel. +3861 4364144

E-mail: obcina.zagorje@zagorje.si


Comune di Ajdovščina – adattamento ai cambiamenti climatici

Data la posizione geografica, in una delle zone con il clima più caldo e secco della Slovenia, il comune di Ajdovščina si trova sempre più spesso a dover affrontare condizioni atmosferiche estreme. Il crescente numero di interventi in situazioni di crisi ha fatto delle misure di aumento della resilienza e di adattamento ai cambiamenti climatici una necessità per poterne garantire la sopravvivenza. Grazie a questa avveduta decisione politico-sociale, oggi Ajdovščina fa parte di un gruppo di comuni sloveni all'avanguardia per l'adattamento ai cambiamenti climatici. Tra gli interventi principali si contano il passaggio alla coltura di piante resistenti alla siccità, l'analisi dei territori a rischio di smottamenti e l'allestimento di un piano d'emergenza per le eventuali crisi. Nell'ambito del progetto è inoltre previsto un sistema di allarme in grado di riconoscere precocemente e monitorare gli incendi boschivi.

Maggiori informazioni sul progetto di adattamento ai cambiamenti climatici del comune di Ajdovščina su: www.ajdovscina.si

Contatto

Nome: Comune di Ajdovščina

Indirizzo: Cesta 6a Mai 5, 5270 Ajdovščina

Tel. +386 5 365 91 10

E-mail: obcina@ajdovscina.si


Turismo alpino sostenibile: Tolmin – Città alpina dell'anno 2016

La città di Tolmin, situata nella Slovenia occidentale a ridosso delle Alpi Giulie, su un altopiano racchiuso tra i fiumi Soča e Tolminka, conta attualmente 3.851 abitanti e dista dalla capitale Lubiana 87 chilometri.

I rappresentanti del comune di Tolmin si impegnano a favorire un turismo responsabile e sostenibile, con un bilancio delle emissioni di CO2 basso. Così la Soča Valley si è aggiudicata già nel 2008 il riconoscimento di "European Destination of Excellence" (EDEN) mentre Tolmin ha ottenuto il titolo di Città alpina dell'anno 2016.

La ricetta del successo di Tolmin si basa su quattro elementi:

  1. Valley of Action: ampia scelta di offerte di natura e paesaggio
  2. Valley of Discoveries: salvaguardia di storia e tradizioni
  3. Riscoperta del patrimonio regionale:
  • agricoltura ecologica e promozione di prodotti locali
  • reintroduzione della trota locale
  • Riserva della Biosfera delle Alpi Giulie del Programma UNESCO MaB (Man and Biosphere Programme)
  • Parco Nazionale Triglav
  1. Offerte mirate per giovani: Food & Art Festivals

Maggiori informazioni su: http://www.obcina.tolmin.si

Contatto

Contatto Uroš Brežan (Sindaco)

Indirizzo: Ulica padlih borcev 2, 5220 Tolmin, Slovenia

Tel. +386 5 381 95 00

E-mail: uros.brezan@tolmin.si


Turismo alpino sostenibile: Idrija – Città alpina dell'anno 2011

La città di Idrija nella Slovenia occidentale è situata sulla riva dell'omonimo fiume, al confine tra la regione subalpina e la regione di Karst. La città ha un passato speciale: nota per 500 anni perché ospitava la seconda miniera di mercurio al mondo, era un polo di attrazione per esperti di scienze naturali, medicina e tecnica. Quando nel 1988 si è dovuta chiudere la miniera, Idrija si è trasformata in un centro dell'industria high tech. Poiché gli abitanti di Idrija hanno vissuto per 500 anni a contatto con il mercurio, subendo gli effetti negativi provocati dall'estrazione, medici, ingegneri, tecnici e scienziati dispongono di un notevole bagaglio di esperienze nella gestione di questa sostanza tossica, che in futuro costituirà la base per la creazione di un centro di ricerca. Inoltre, i turisti sono attirati dalla natura intatta e da una vasta scelta di attività sportive e opportunità di ricreazione e relax. La giuria ha assegnato il titolo a Idrija per vari motivi:

  • Idrija coinvolge direttamente la sua popolazione nelle pubbliche relazioni per le Alpi.
  • La città funge da trait d'union tra il Parco Nazionale Triglav e il Parco Naturale Smrekova draga.
  • La disoccupazione è pressoché assente.
  • La creazione di un Geoparco rappresenta il proseguimento logico di storia e tradizione.
  • La rete di piste ciclabili sarà ulteriormente ampliata.
  • La città porta avanti la costruzione di impianti di depurazione decentrati.

Informazioni più dettagliate sono disponibili su: http://www.idrija.si.

Contatto

Nome: Bojan Sever (Sindaco)

Indirizzo: Mestni trg 1, 5280 Idrija, Slovenia

Tel. +386 5 37 34 506

E-mail: bojan.sever@idrija.si


Turismo alpino sostenibile: Lecco Città alpina dell'anno 2013

Nel 2013 il titolo di Città alpina dell'anno è stato conferito a Lecco per la sua concentrazione sul tema dell'acqua. La città ha raggiunto il suo obiettivo grazie a varie iniziative:

  • la pulizia del Lago di Lecco,
  • una riduzione dei consumi idrici,
  • la valorizzazione dell'acqua potabile proveniente dal sistema pubblico di distribuzione.

Ora intende dedicarsi anche alle sfide della mobilità sostenibile e al tema del riciclaggio, tra cui:

  • iniziative di sensibilizzazione per quanto riguarda la mobilità locale, soprattutto tra i giovani (es. servizio Piedibus),
  • separazione e riciclaggio dei rifiuti, in particolare del vetro,
  • posizionamento di Lecco a livello turistico come città montana, con l'obiettivo di attuare strategie di sviluppo sostenibile,
  • proseguimento della tradizione della scuola di alpinismo e della sua cultura.

Le attività mirano a creare una coscienza alpina, a coinvolgere la popolazione residente, a rafforzare il legame tra la città e il territorio e a promuovere la rete delle città alpine e la cooperazione transfrontaliera. Maggiori informazioni sono disponibili sul sito: http://www.comune.lecco.it

Contatto

Nome: Virginio Brivio

Indirizzo: Piazza Diaz, 1, 23900 Lecco (LC), Italia

Tel. +39 0341 481111

E-mail: segreteria.sindaco@comune.lecco.it


Chamonix Mont-Blanc – Città alpina dell'anno 2015

Ogni anno due milioni e mezzo di turisti visitano Chamonix-Mont-Blanc, facendo quindi del turismo il caposaldo economico della cosiddetta capitale francese dell'alpinismo. Chamonix è anche il primo comune delle Alpi francesi ad aver elaborato un "Piano Clima Energia territoriale", finalizzato alla riduzione delle emissioni di CO2 e del consumo energetico nella regione.

Il tema della mobilità ha un'importanza fondamentale: sin dal 2005, nell'area cittadina i mezzi di trasporto pubblico sono a disposizione gratuitamente di turisti e abitanti; la linea ferroviaria che collega Chamonix a Fayet-Vallorcine è stata ripristinata e messa in servizio nel 2005 con collegamenti ogni mezz'ora. Inoltre Chamonix ha dichiarato paesaggio protetto più del 90% del suo territorio.

Maggiori informazioni su: http://www.alpenstaedte.org/it/citta-alpine/223?set_language=it

Contatto

Nome: Eric Fournier

Indirizzo: 38 Place de l'Eglise, 74400 Chamonix-Mont-Blanc

Tel. +33 4 50 53 75 15

E-mail: maire@chamonix-mont-blanc.fr


Città lacustre: Annecy Città alpina dell'anno 2012

Il comune di Annecy nell'Alta Savoia, spesso definito la Venezia delle Alpi, si distingue per il centro storico medioevale e per la sua posizione sulle sponde di un lago alpino, il Lac d'Annecy, i cui canali si estendono dentro la città. L'acqua è quindi un elemento importante per Annecy, rinomata stazione climatica e, grazie alla vicinanza a molti comprensori sciistici, meta turistica apprezzata anche d'inverno.

Il titolo di Città alpina dell'anno 2012 si deve al particolare impegno mostrato da Annecy nella gestione della risorsa acqua e nella protezione del clima. Questi sono solo alcuni esempi:

  • riprese termografiche aeree con tecnologia a infrarossi
  • risanamento degli edifici che evidenziano uno spreco di energia
  • esecuzione di un audit della CO2
  • estensione della rete di trasporti pubblici interregionale

Maggiori informazioni su: http://www.ville-annecy.fr

Contatto

Nome: Monsieur Jean-Luc Rigaut

Place de l'Hôtel de Ville, 74011 Annecy

Tel. +33 4 50 33 88 88

Fax +33 450 33 88 50

E-mail: jean-luc.rigaut@ville-annecy.fr